Auguri da “Donne tra ricordi e futuro” “

Care Amiche, cari Amici,

 

Il 2019 ci sta lasciando. Porterà con sé i tanti momenti di unione trascorsi insieme nel biennio che abbiamo alle spalle, in particolare l’attenzione che tante persone hanno riservato alla parola scrivere. Le scrittrici e gli scrittori, che si sono avvicinati al Premio con le loro storie, hanno riempito di allegria e di festosa partecipazione agli ultimi eventi a Pratovecchio Stia, al Teatro degli Antei e al Museo dell’Arte della Lana, in due gioiosi incontri, che hanno visto riuniti autori provenienti da tutta Italia. L’accoglienza riservata ha sostenuto il Premio e tutti coloro che hanno dedicato il proprio tempo per la realizzazione delle due giornate. Garantito, ancora una volta, il consenso del pubblico, meravigliato di fronte alla spensieratezza che si è sparsa nelle sale e per le vie di Pratovecchio e Stia all’insegna del bel tempo. I relatori, gli ospiti, i simpatizzanti hanno gustato la saporita cucina e fatto conoscenza di castelli, pievi, monasteri, di un panorama mozzafiato. Hanno approfittato per indagare la storia di una valle ricca di arte, cultura e spiritualità, E’ certo che ritorneranno. Noi li abbiamo intrattenuti e invitati ad essere di nuovo con noi. E’ doveroso ringraziare tutte le persone che si sono prodigate per rendere indimenticabili le premiazioni. E un grazie particolarissimo va a tutte le persone che volontariamente si sono messe a disposizione e hanno regalato il loro contributo e impegno per la riuscita degli incontri.

Natale si avvicina ed è tempo di stringerci accanto all’albero di Natale e al Presepe, per farci gli auguri più festosi, per regalarci il momento della condivisione, il momento per fare il punto, ma soprattutto è l’occasione per stare stretti e donare un grazie di cuore a chi è stato vicino a Scrivi la tua storia e al Premio letterario Donne tra … Leggi tutto...

Intervista rilasciata da Andrea Jengo a Lorena Fiorini nel 2006 e pubblicata su Raisenior

Versatile, ricco di fantasia e interessi, trae dal territorio nel quale vive lo spunto per attività che lo legano sempre di più alla nostra Azienda e al suo mondo fatto di curiosità e di un’inesauribile voglia di fare e di conoscere.

Andrea, ci racconti qualcosa di te?

Sono romano, ho 52 anni, una laurea in Sociologia, coniugato con una figlia, Alessandra. Vivo da oltre 25 anni ad Assisi, città nella quale mi sono trasferito al termine degli studi universitari a Roma.

Da dove nasce il rapporto così stretto con l’Umbria?

Il trasferimento in Umbria coincide con l’incarico di educatore penitenziario presso il carcere di Spoleto, incarico ottenuto da concorso pubblico della carriera direttiva nella Amministrazione Penitenziaria del Ministero della Giustizia. Il tutto nasceva dal servizio militare svolto nel carcere di Regina Cieli dove si rafforzò il mio interesse per il mondo penitenziario e le profonde innovazioni introdotte dalla legge di riforma al termine degli anni ’70. Interesse non solo perseguito professionalmente con l’obiettivo di dirigere un carcere, ma anche attraverso articoli, interventi e monografie sull’argomento.

Come è avvenuto il tuo incontro con la Rai?

Nel 1990 lascio l’Amministrazione Penitenziaria per l’assunzione in Rai alla Segreteria del Consiglio di Amministrazione. Nel 1994 sono l’assistente di Carlo Troilo, Direttore delle Relazioni Esterne e nel 1995 vengo nominato responsabile del Marketing della Direzione Acquisti, Produzioni e Coproduzioni allora diretta da Giampaolo Sodano. Nel 1996 vengo trasferito a Rai International con Roberto Morrione dove mi occupo della promozione, diffusione e commercializzazione del segnale satellite nei mercati internazionali. Nel 1999 ricevo l’incarico di Direttore della Sede Regionale per l’Umbria al quale si è unito, a marzo di quest’anno, quello della Direzione ad interim della Sede Regionale per le Marche.

Ci parli della Sede regionale?

Perugia è una delle cinque sedi cui sono state trasferite tutte Leggi tutto...

Firenze, 2 Dicembre 2018

Il Premio letterario Donne tra Ricordi e futuro presenta il libro

La scuola in cucina, Piatti della tradizione casentinese

curato da Lorena Fiorini con la collaborazione artistica di Dalisca

 

 Firenze, domenica 2 dicembre 2018 alle ore 11

Stazione Leopolda IV Edizione Food & Wine in Progress 2018

Il Premio Letterario Donne tra ricordi e futuro incontra, a Poppi (AR), sabato 1^ dicembre p.v. Istituzioni, insegnanti, alunni e famiglie, che hanno contribuito alla realizzazione del libro La scuola in cucina, Piatti della tradizione casentinese, curato da Lorena Fiorini con la collaborazione artistica di Dalisca, una delle più innovative esponenti dell’avanguardia italiana.  Il libro è edito da Scrivi la tua storia ed è inserito nella collana Memorie.

Il testo, premiato con una menzione speciale a Pratovecchio Stia il 25 giugno 2017, è stato portato a termine grazie all’impegno di insegnanti e alunni coadiuvati da nonne, mamme e zie che, con grande spirito di partecipazione, hanno contribuito alla raccolta di ricette del Casentino. I disegni a tema, inseriti nel libro, sono stati realizzati dagli alunni e dall’artista sponsor del Premio Dalisca.

Continua il viaggio itinerante in tutta Italia, molti appassionati si spostano al seguito delle storie che hanno vinto la precedente edizione. La Presidente del Premio Lorena Fiorini, insieme al Comune di Pratovecchio-Stia, alla Fidapa BPW Italy, all’Ente Parco delle Foreste Casentinesi, realtà promotrici del Premio, sostenitori e autori, si sono dati appuntamento con chi ha curato la raccolta. Coordinerà l’evento Anselmo Fantoni, coautore del Premio, giornalista.

Interverranno: l’Assessore alle Pari Opportunità della Provincia di Arezzo Laura Seghi, il Sindaco di Poppi Carlo Toni, il Vice Sindaco di Pratovecchio Stia Serena Stefani, l’Assessore all’Istruzione del Comune di Poppi Lisa Bucchi, i dirigenti scolastici Alessandra Mucci e Roberto Santi, le docenti Marina Biagiotti e Morena Cipriani, le già Presidenti FIDAPA BPW … Leggi tutto...

Poppi, 1 Dicembre 2018

Il Premio letterario Donne tra Ricordi e futuro presenta il libro

La scuola in cucina, Piatti della tradizione casentinese

curato da Lorena Fiorini con la collaborazione artistica di Dalisca

a Poppi, sabato 1^ dicembre 2018 alle ore 10,30

Auditorium Istituto Comprensivo Statale

Il Premio Letterario Donne tra ricordi e futuro incontra, a Poppi (AR), sabato 1^ dicembre p.v. Istituzioni, insegnanti, alunni e famiglie, che hanno contribuito alla realizzazione del libro La scuola in cucina, Piatti della tradizione casentinese, curato da Lorena Fiorini con la collaborazione artistica di Dalisca, una delle più innovative esponenti dell’avanguardia italiana.  Il libro è edito da Scrivi la tua storia ed è inserito nella collana Memorie.

Il testo, premiato con una menzione speciale a Pratovecchio Stia il 25 giugno 2017, è stato portato a termine grazie all’impegno di insegnanti e alunni coadiuvati da nonne, mamme e zie che, con grande spirito di partecipazione, hanno contribuito alla raccolta di ricette del Casentino. I disegni a tema, inseriti nel libro, sono stati realizzati dagli alunni e dall’artista sponsor del Premio Dalisca.

Continua il viaggio itinerante in tutta Italia, molti appassionati si spostano al seguito delle storie che hanno vinto la precedente edizione. La Presidente del Premio Lorena Fiorini, insieme al Comune di Pratovecchio-Stia, alla Fidapa BPW Italy, all’Ente Parco delle Foreste Casentinesi, realtà promotrici del Premio, sostenitori e autori, si sono dati appuntamento con chi ha curato la raccolta. Coordinerà l’evento Anselmo Fantoni, coautore del Premio, giornalista.

Interverranno: l’Assessore alle Pari Opportunità della Provincia di Arezzo Laura Seghi, il Sindaco di Poppi Carlo Toni, il Vice Sindaco di Pratovecchio Stia Serena Stefani, l’Assessore all’Istruzione del Comune di Poppi Lisa Bucchi, i dirigenti scolastici Alessandra Mucci e Roberto Santi, le docenti Marina Biagiotti e Morena Cipriani, le già Presidenti FIDAPA BPW Italy Sezione Casentino Lina Giorgi e Fernanda … Leggi tutto...

Roma, 24 Settembre 2018

Lunedì 24 settembre alle ore 16,30 Il Premio letterario Donne tra ricordi e futuro entra in una sede istituzionale importante, il Palazzo della Cancelleria, Sede storica della Cancelleria Apostolica, che, ancora oggi, accoglie i tribunali della Santa Sede: la Penitenzieria Apostolica, la Segnatura Apostolica e la Rota Romana, che verrà illustrata dallo storico dell’arte Mirko Baldassarre. A seguire, l’evento con relatori e ospiti di tutto riguardo. Con l’occasione, presenteremo, tra gli altri, i giurati della Sezione Novelle:

 

Idalberto Fei, regista, autore di favole e canzoni, scrittore, insegna a bambini burattinai

Carla Lomi, pedagogista, docente

Lina Lo Giudice Sergi, giurista, sociologa, presidente Accademia Italiana di Poesia

Catia Svizzero, presentatrice, autrice di programmi per Rai Ragazzi

  Armando Traverso, giornalista, autore, regista e conduttore di programmi

Il Premio “Donne tra Ricordi e Futuro” si arricchisce del Parco Letterario Emma Perodi, nell’Alta Valle dell’Arno, in Casentino. Le presentazioni hanno portato le storie che ci accompagnano, in Regioni e Comuni dell’Italia Centrale; ora torniamo in una delle nostre tante case, a Roma, sede principale dell’attività, dove la storia di Bruno Fiorini, per lunghi anni ha continuato il suo percorso.

Gli autori, le Istituzioni, gli amici, i giurati, e gli estimatori accolgono il Premio nel suo peregrinare, spalancando porte di luoghi originali, spesso segreti, per consentire di aggiornare le Sezioni, accresciute da un nuovo segmento, dedicato alle Novelle. Porteremo all’attenzione i “monumenti” del patrimonio culturale e artistico immateriale dell’Italia: i Parchi Letterari, con la presenza del Presidente Stanislao De Marsanich.

Dalla scadenza del 15 novembre 2018 seguirà la valutazione, da parte del Comitato di lettura e della Giuria, delle opere pervenute e la premiazione prevista a Pratovecchio Stia nel 2019.

L’evento si avvale del sostegno del Comune di Pratovecchio Stia, dellEnte Parco Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna,Leggi tutto...

Firenze 14 giugno 2018

La IV edizione del “Premio letterario Donne tra ricordi e futuro” è stata presentata in palazzo del Pegaso questo pomeriggio, giovedì 14 giugno.

Dinanzi alla platea riunita nella sala Gonfalone il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani ha centrato i temi del Premio con l’identità della Toscana e dell’Etruria, “dove la donna aveva un ruolo fondamentale, era sacerdotessa per eccellenza, figura perno della famiglia e conseguentemente aveva ruoli istituzionali”. “La Toscana è terra di premi letterari di grande significato – ha ricordato il presidente – questo Premio sta crescendo e sta diventando uno dei più prestigiosi di tutta la realtà regionale”.

Nell’intervento di Giani anche il riconoscimento per il territorio e i richiami culturali del comune di Pratovecchio Stia, rappresentato in sala Gonfalone dal vicesindaco, Serena Stefani, mentre Graziella Cilloni Binelli, presidente sezione di Firenze di Fidapa BPW Italy, ha portato i saluti della Federazione Italiana Arti Professioni e Affari. 

Accompagnati dal coordinamento di Marco Dané, presentatore, scrittore e giurato del Premio, si sono susseguiti gli interventi di Andrea Jengo, direttore sede regionale Rai per la Toscana e per l’Umbria; Anselmo Fantoni, presidente del Comitato organizzatore e coautore del premio; Paolo Blasi, docente universitario e giurato; Caterina Trombetti, poetessa e giurato, Lorena Fiorini, già presidente Fidapa BPW Italy sezione Roma e presidente del Premio letterario Donne tra ricordi e futuro.

Testimonial del Premio è la giornalista del TG1 Valentina Bisti, testimonial.

L’iniziativa è stata organizzata dal Consiglio con l’Associazione culturale Scrivi al tua storia, Fidapa BPW Italy (Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari) e il Comune di Pratovecchio Stia.

L’edizione 2018-2019 del Premio è stata presentata, con analoga cerimonia, anche nel Consiglio regionale del l’Umbria, a Perugia. Durante l’estate analoghi appuntamenti anche a Battipaglia-Paestum (Sa), a Castel Viscardo (Orvieto), Viterbo e a Poppi. A settembre la presentazione a Roma, in … Leggi tutto...

Perugia, un successo, ancora un grande successo.

Da: http://www.umbriaoggi.news/grande-successo-la-iv-edizione-del-premio-letterario-donne-ricordi-futuro

Grande successo per la IV edizione del premio letterario “Donne tra ricordi e futuro”

PERUGIA – Un successo, ancora un grande successo, l’evento organizzato sabato dal Rotary Club Perugia-Trasimeno che ha riunito nel pomeriggio del 24 febbraio, nella splendida location di Sala Brugnoli di  Palazzo Cesaroni, sede dell’Assemblea Legislativa della Regione Umbria, personalità del mondo politico, culturale, letterario, giornalistico, universitario e dello spettacolo a presenziare al lancio della quarta edizione del premio letterario “DONNE TRA RICORDI E FUTURO 2018-2019” indetto dall’Associazione Culturale Scrivi la tua storia. L’evento, patrocinato dall’Assemblea Legislativa della Regione Umbria e dal Comune di Perugia, ha visto la perfetta riuscita grazie alla capillare organizzazione del Rotary Club Perugia-Trasimeno e del suo presidente Francesco Allegrucci.

Il premio letterario DONNE TRA RICORDI E FUTURO, giunto come detto alla sua quarta edizione, nasce da un’idea di Lorena Fiorini e di Rossana Catalani, è destinato ad opere inedite in lingua italiana e rivolto a chi voglia ripercorrere e raccontare storie di donne sul filo della memoria, dei valori e delle tradizioni passate ma ancora presenti. Un premio che ha assunto anno dopo anno sempre maggiore importanza nel panorama letterario italiano raggiungendo quest’anno quattro sezioni: narrativa, poesia, cucina in famiglia ed ambiente. Tra i vari interventi della manifestazione, di seguito quelli di maggiore rilevanza: Donatella Porzi (Presidente Assemblea Legislativa dell’Umbria): “Ringrazio l’associazione per aver scelto Perugia per il lancio del premio DONNE TRA RICORDI E FUTURO. Un premio importante che nasce dalla voglia di conoscersi, incontrarsi e condividere esperienze, un premio che si arricchisce di sezioni anno dopo anno a dimostrare la volontà di crescere. Per la prima volta il premio è a Perugia, il nostro esserne vicini è un segnale importante, la volontà di tendere ad una buona prospettiva versi cui muoversi per un futuro migliore. Ringraziamo il … Leggi tutto...

Perugia 24 febbraio 2018

Intervento della Presidente del Premio, Lorena Fiorini

Grazie Umbria per l’accoglienza gioiosa, festosa, per avermi dato la possibilità di ritrovare luoghi preziosi, ricordi passati e ancora vivi nel mio cuore. Amicizie di un tempo che ritorna, porte di casa che si aprono alla convivialità, tavolate allegre e spensierate.

Soprattutto ritorna il tempo degli acquisti, la ricerca di showroom dove rinnovare il guardaroba. Ricompare, in particolare, la scuola di giornalismo, la prestigiosa scuola di giornalismo di Perugia, dove mia figlia Valentina troverà l’ingresso a un futuro fatto di attese, ma anche di tante soddisfazioni che oggi la vedono alla conduzione del TG1 e alla realizzazione dei tanti servizi andati in onda.

Perché l’Umbria? La risposta l’ho trovata in un articolo di Daniela Querci, una studentessa, che riporta la ricostruzione, da parte dei geologi, della storia antica del Pianeta, seguendo le più profonde radici del nostro passato che in un luogo dell’Umbria, come in nessun altro luogo al mondo, sono scritte chiaramente in pochi chilometri. Un piccolo corso d’acqua, il Menotre, che scorre nel cuore dei boschi, quasi dimenticato, ma che custodisce la grande testimonianza della memoria del tempo profondo, l’archivio del passato remoto della Terra.

Questo per dire che non solo il territorio, ma anche l’essere umano custodisce nel proprio DNA le memorie di un passato che non svanisce nel tempo, ma che ognuno di noi porta addosso come una seconda pelle. Preziosità da non disperdere, da conservare e tramandare a futura memoria.

E’ l’obiettivo del premio, quello di portarsi dietro storie antiche e presenti all’interno delle nostre famiglie, storie che non vanno abbandonate, ma che andranno ad arricchire il Patrimonio della nostra Nazione fino a ricostruirne il tessuto sociale dei tempi andati, le storie delle persone.

A questo ci dedichiamo: far aprire le porte di casa e del cuore, scovare … Leggi tutto...

Presentazione quarta edizione del Premio letterario “Donne tra ricordi e futuro”

Il 17 dicembre, nell’incantevole cornice della cittadina di Montefiascone, è stata presentata la quarta edizione del premio letterario “Donne tra ricordi e futuro”.Presente Dalisca, una delle principali artiste del Premio “Donne tra ricordi e futuro”. I suoi lavori hanno impreziosito e continuano a impreziosire i nostri incontri.Cinzia Scalise, premiata a Pratovecchio Stia con il racconto “L’anima di Villa Serena” è stata l’occasione per entrare ed essere accanto agli ospiti in un luogo di memorie. Il Generale di Corpo d’Armata Rocco Panunzi, giurato del Premio “Donne tra ricordi e futuro” partecipa al momento di unione con gli ospiti di Villa Serena a Montefiascone.

   
   
   

 … Leggi tutto...