Progetto per un “Libro Reconsato a quattro mani” dedicato all’infanzia e all’adolescenza

reconsato1Il termine “reconsato” è un termine arcaico veneziano, ormai obsoleto. Esso è riferibile a un’antica tecnica in voga tra il ‘400 e il ‘500 nelle botteghe dei maestri italiani laddove, in una sorta di catena di montaggio, più persone lavoravano alla stessa opera ideata dal maestro, generalmente un quadro, che risultava appunto “reconsato a quattro mani”.

In parte Il nostro progetto vuole rifarsi a quell’antica tradizione, con lo scopo di recuperare quei valori passati che, mai come oggi, risultano indispensabili per la formazione delle future generazioni.

Lo spunto ci è stato dato dall’ottimo risultato ottenuto da una ricerca scolastica promossa  dal Premio Letterario  “Donne tra ricordi e futuro” – aperto alle Sezioni Narrativa, Poesia, Cucina in famiglia, Ambiente – nell’ambito della sezione Cucina in famiglia, per offrire una occasione in più ai ragazzi di diventare protagonisti di una piccola impresa.  Così abbiamo chiesto loro di farsi raccontare, a mo’ di favola, dalle mamme, dalle nonne e dalle zie e relativi loro uomini, le ricette tradizionali del luogo di origine e di illustrarle con disegni, così da tramandare, insieme al gusto dei buoni piatti e attraverso le sensazioni da loro suscitate, tutta la pazienza e l’amore che le  donne mettevano come ingredienti nella preparazione del pasto quotidiano per la loro famiglia.

Anche la tradizione popolare ha fatto capolino in questa ricerca, per cui molte storie riguardanti questo o quel piatto ci hanno fatto ritornare indietro nel tempo passato, cosi da comprendere meglio il nostro presente. L’intervento poi di un’artista che, amorevolmente e in punta dei piedi, si è inserita nei lavori grafici dei bambini, ha ulteriormente messo in luce il meglio della loro espressività. Il risultato di detta operazione è stato la realizzazione, appunto, di un libro “reconsato a quattro mani”, quelle dei bambini e quelle dell’artista, operazione questa che tanto … Leggi tutto...

Bolsena, 30 luglio 2016

COMUNICATO STAMPA

Bolsena, 30 luglio 2016.  Nell’ambito della “Notte bianca della cultura”, ricca di manifestazioni che hanno animato tutti gli angoli della città di Bolsena: dal concerto d’organo, ai cori delle lavandaie, dalla rassegna cinematografica, alle varie mostre di antiquariato e della civiltà contadina, si è svolto con successo l’evento che ha concluso la seconda edizione del premio “Donne tra ricordi e futuro”, con il lancio della terza edizione. Il concorso è destinato ad opere inedite di autori che vogliano ripercorrere e raccontare storie di donne sul filo della memoria, valorizzandone i princìpi  che le hanno animate e che ha consentito loro di migliorare la condizione della loro famiglia. Ci sono due importanti novità: l’apertura agli uomini, che però pongano la donna al centro delle loro opere e l’aggiunta della sezione Ambiente a quelle già presenti di Narrativa, Poesia e Cucina in famiglia; l’Ambiente è lo spazio vitale con tutte le sue risorse, minacciate dai pericoli che conosciamo ed è quindi un tema in cui le donne hanno svolto un ruolo essenziale.

La partecipazione è gratuita, cosa rara nel panorama dei premi letterari e la sua riuscita è affidata al solo volontariato dei sostenitori del Premio.

Teatro dell’evento è stata una residenza storica, dove uomini illustri hanno lasciato la loro traccia; l’incontro è stato brillantemente condotto da Marco Danè, scrittore e conduttore televisivo. Ha introdotto la manifestazione il “padrone di casa” ” Mauro Torzilli che ha preso lo spunto  dal titolo del Premio per parlare dei suoi antenati e delle loro opere, Luigi Rossini e Luigi Bienaimè. A seguire è intervenuta Giacinta Monachello, Assessore alla Cultura del Comune di Bolsena, per portare  i saluti del Sindaco Paolo Equitani e ringraziare i relatori e gli intervenuti  per la loro presenza.

Tra di loro Pietro Tamburini, Coordinatore del Sistema Museale … Leggi tutto...

Il prima e il dopo

Siamo arrivati all’Isola del Giglio in punta di piedi, con grande rispetto, consapevoli di entrare nella storia di gente fantastica, ospitale, che non si è risparmiata davanti alla tragedia, che con amore e dedizione ha accolto naufraghi, ha aperto le cucine, ha messo su altre spalle le proprie coperte, ha offerto rifugio a chi ha rischiato la vita, a chi ha perso i propri cari, a chi cercava disperatamente di capire. Gente con grande dignità e grande umiltà.

E’ ora di riprendere il cammino lasciando alle spalle le brutture e portarsi dietro il calore  di un lungo momento che ha lasciato un segno nel cuore di tutti. E’ tempo di ritornare alle occupazioni di sempre, di ritrovare le storie che hanno segnato il tragitto, di recuperarle per donarle ai nostri ragazzi come  segno distintivo per  percorrere con fiducia e più leggerezza il futuro accompagnati dagli insegnamenti di chi li ha preceduti.

E ben vengano le storie, le esperienze di chi ha vissuto e continua a far rivivere le storie dentro di sé, quelle storie che altrimenti si smarrirebbero nel viaggio della vita. Questo è l’augurio del Premio, questo il messaggio: raccogliete le vostre storie, fatele diventare racconti, romanzi, diventeranno le nostre storie, da custodire con devozione, da rileggere, da condividere, per non dimenticare.

Due bande con le loro  note hanno dato una spallata al passato per vivere il presente con l’emozione suscitata dalla musica, dal bel canto, dai racconti portati alla luce dal premio letterario “Donne tra ricordi e futuro”. Le Filarmoniche, di Isola del Giglio e di Pratovecchio, hanno dato l’avvio a quel trillo di tromba che riallaccia al comune Maestro Enea Brizzi, porta l’allegria per i vicoli di Giglio Castello, un borgo ordinatissimo, oggi un po’ sonnacchioso, e comunque pronto a  riempirsi di ospiti in vacanza. Arriva una … Leggi tutto...

Premio letterario: giornata di musica e cultura

Premio letterario: giornata di musica e cultura

Sarà stato il clima mite di una bellissima giornata primaverile, sarà il fatto che il Giglio in un solare sabato di Maggio sa regalare profumi e colori che altrove sfuggono, sarà forse il connubio sempre vincente di musica e letteratura ma quello vissuto a Giglio Castello, a detta dei tanti gigliesi e turisti presenti, è stato uno straordinario pomeriggio da ricordare.

Al dare il via alla giornata, in un’assolata Piazza Gloriosa, uno storico gemellaggio tra le bande musicali di Isola del Giglio e Pratovecchio (AR), in omaggio e ricordo di Enea Brizzi, compositore, direttore d’orchestra e solista di tromba. Alla fine dell’Ottocento fu proprio il gigliese, maestro di musica, a fondare la Società Filarmonica di Pratovecchio che ancora oggi porta il suo nome, così come a lui è intitolata la Banda del Giglio.

Dopo l’esecuzione di alcuni brani nella piazza le due filarmoniche si sono spostate sotto il Municipio dove di fronte alla lapide in ricordo del loro fondatore hanno fatto risuonare le emozionanti note di “Delle spade il fiero lampo”, inno di guerra musicato proprio da Enea Brizzi, e poi quelle dell’Inno di Mameli. (vedi i due video)

La manifestazione si è poi spostata nella sala consiliare presso la Rocca Pisana dove la musica nostrana ha introdotto il Premio letterario “Donne tra ricordi e futuro”. Le note di “Isolana Bella”, magistralmente interpretate da Angelo alla fisarmonica, Alessio alla chitarra e dalla voce di Alvaro, hanno letteralmente incantato la platea e lasciato spazio alla letteratura.

Un emozionato Sergio Ortelli ha dato il benvenuto al vicesindaco di Pratovecchio-Stia Serena Stefani, all’organizzazione dell’evento nella persona del Presidente Lorena Fiorini e a tutti gli intervenuti.
Giornata perfettamente riuscita – ci ha detto Ortelli – anche grazie alle condizioni meteo favorevoli. Nell’incantevole Borgo Leggi tutto...

Premio letterario: gemellaggio tra le bande

Avevamo dato già notizia nei giorni scorsi del Premio letterario “Donne tra ricordi e futuro” che farà tappa domani al Giglio.
All’interno della manifestazione letteraria si inserisce uno storico gemellaggio tra le bande musicali di Isola del Giglio e Pratovecchio, accomunate da Enea Brizzi, compositore, direttore d’orchestra e solista di tromba. Alla fine dell’Ottocento fu proprio il gigliese, maestro di musica, a fondare la Società Filarmonica di Pratovecchio che ancora oggi porta il suo nome, così come a lui è intitolata la Banda del Giglio.
Di seguito, nella locandina, il programma musicale della giornata di domani che si aprirà con Giglio Castello allietato dalle familiari note delle due filarmoniche “Enea Brizzi” per poi proseguire nella sala consiliare presso la Rocca Aldobrandesca con il convegno letterario.

(fonte: Giglio News)Leggi tutto...

Sabato 21 maggio, Isola del Giglio

fIl Presidente del Premio Lorena Fiorini e il Sindaco di Pratovecchio Stia Nicolò Caleri
invitano la S.V. alla presentazione della Terza Edizione del Premio Letterario

DONNE TRA RICORDI E FUTURO 2016-2017

indetto dal Comune di Pratovecchio Stia e dall’Associazione Culturale Scrivi la tua storia
in collaborazione con i Comuni di Acquapendente, Bolsena e Isola del Giglio

Sabato 21 maggio 2016 ore 16,30
Sala Consiliare di Giglio Castello

Saluto di benvenuto di Sergio Ortelli, Sindaco Comune Isola del Giglio

Scarica Invito in PDF!Leggi tutto...

Nuova grafica del sito

web_donneUn nuovo sito, un nuovo effetto visivo, tutto al femminile.

Un sito rinnovato nella linea grafica e nella scelta dei colori.

Un segno tangibile di rinnovamento per un inizio, la terza edizione del Premio Letterario “Donne tra ricordi e futuro”, con una novità: è dedicato a tutti quelli che desiderano scrivere storie di donne.

La partecipazione al Premio è gratuita, la data di scadenza per la consegna delle opere è il 31 gennaio 2017.

Il sito è attualmente in costruzione, presto lo vedremo nella sua forma definitiva.… Leggi tutto...

Premiazioni del Premio letterario Donne tra ricordi e futuro

RISULTATI FINALI

Si sono concluse le premiazioni del Premio letterario Donne tra ricordi e futuro.

La Sezione Romanzi ha visto come vincitrici le Sigg.e:

         Prima classificata Maria Rocco con il romanzo E poi venne il perdono

 

         Seconda classificata Antonella Giordano con il romanzo Ricordati di sorridere

 

         Terza classificata Elena Zanini con il romanzo Il pols e la contessa

 

I romanzi brevi:

         Prima classificata Maria Rosaria Perilli con il racconto Lei che non era ebrea

 

         Seconda classificata Pilar Anita Quarzel con il racconto La promessa

 

         Terza classificata Palma Silvestri con il racconto I racconti del Castello, MariaMatta

 

 

Un particolare spazio hanno ricevuto i premiati delle Menzioni speciali.

 

Con i primi due testi il Premio, solo nelle Menzioni speciali, apre anche a testi in via di pubblicazione, indirizzati al Premio  e che vengono ritenuti meritevoli di attenzione.

 

         Lucia Modugno con il romanzo Affollatissima solitudine

 

         Francesco Pasetto con il libro Donne Casentinesi

 

         Rosanna Nanni  con il romanzo La mano mi trema

Leggi tutto...

Comunicato Stampa 10 ottobre 2015

Cerimonia di premiazione Premio letterario “Donne tra ricordi e futuro” a Pratovecchio Stia  (AR) il 10 ottobre 2015

 

PRATOVECCHIO STIA – Sabato 10 ottobre 2015 celebrazione per l’evento che conclude le premiazioni delle tre Sezioni del premio letterario “ Donne tra Ricordi e Futuro”.

Il premio, alla sua seconda edizione ha ricevuto 30 patrocini e due medaglie dalla Presidente del Senato della Repubblica e dal Presidente della Camera dei Deputati.

Un libro, “Betty, sono Bruno”, ha dato l’avvio a un premio che parla alle donne, si inserisce in punta di piedi nelle loro famiglie per parlare di valori, tradizioni, ricordi, emozioni da tramandare.

Il teatro degli Antei, teatro municipale di Pratovecchio, costruito per opera di un gruppo di privati con il desiderio di impegnarsi nella letteratura, con il preciso intento di accogliere le scrittrici, che sono risultate finaliste nella Sezione Narrativa (Romanzo e Romanzo breve), in un pomeriggio ricco di cultura, memoria, musica.

Condurranno l’evento due grandi Amici del Premio, Alba Stella Maffei Paioletti, giornalista e Marco Dané, conduttore, scrittore, poeta. Parteciperanno membri del  Comitato d’onore del premio, e membri del Comitato di lettura e della Giuria.

Interverranno personaggi del mondo delle istituzioni, giornalisti, scrittori, poeti, docenti universitari.

Verranno presentate due opere di due artiste, Amiche del Premio: “Donna senza tempo”, di Antonella Cappuccio, con una nuova veste grafica,  e “Il Castello di Romena” di Dalisca.

Le scrittrici finaliste si metteranno in viaggio da tutta Italia, scopriranno con noi la classifica dei nominativi delle vincitrici,  che verranno ufficialmente comunicati, e si appresteranno a festeggiare, con una serata di gala e con l’accoglienza premurosa  degli agriturismi della zona. Una terra fantastica si apre, ancora una volta, all’ospitalità, una valle, una Toscana  ricca di Castelli, Pievi, Santuari, un territorio da raggiungere per la condivisione di arte e spiritualità.Leggi tutto...

SCRITTRICI SELEZIONATE SEZIONE NARRATIVA

SCRITTRICI SELEZIONATE SEZIONE NARRATIVA

Seconda Edizione Premio Letterario

“DONNE TRA RICORDI E FUTURO 2014-2015”

 

 

La Giuria del Premio Donne tra ricordi e futuro si è riunita e ha deliberato la rosa delle autrici selezionate e giunte in finale nella Sezione Narrativa, romanzo e romanzo breve.

In particolare, si tratta delle scrittrici indicate in ordine alfabetico qui di seguito:

 

Antonella Giordano – Ricordati di sorridere

Maria Rosaria Perilli – Lei che non era ebrea

Pilar Anita Quarzell – La promessa

Maria Rocco – E poi venne il perdono

Palma Silvestri – I racconti del castello

Chiara Zanin – Il pols e la contessa

 

Menzioni speciali verranno assegnate a:

Lucia Modugno – Affollatissima solitudine

Rosanna Nanni – La mano mi Trema

Francesco Paseto – Donne Casentinesi
Leggi tutto...