Auguri da “Donne tra ricordi e futuro” “

Care Amiche, cari Amici,

 

Il 2019 ci sta lasciando. Porterà con sé i tanti momenti di unione trascorsi insieme nel biennio che abbiamo alle spalle, in particolare l’attenzione che tante persone hanno riservato alla parola scrivere. Le scrittrici e gli scrittori, che si sono avvicinati al Premio con le loro storie, hanno riempito di allegria e di festosa partecipazione agli ultimi eventi a Pratovecchio Stia, al Teatro degli Antei e al Museo dell’Arte della Lana, in due gioiosi incontri, che hanno visto riuniti autori provenienti da tutta Italia. L’accoglienza riservata ha sostenuto il Premio e tutti coloro che hanno dedicato il proprio tempo per la realizzazione delle due giornate. Garantito, ancora una volta, il consenso del pubblico, meravigliato di fronte alla spensieratezza che si è sparsa nelle sale e per le vie di Pratovecchio e Stia all’insegna del bel tempo. I relatori, gli ospiti, i simpatizzanti hanno gustato la saporita cucina e fatto conoscenza di castelli, pievi, monasteri, di un panorama mozzafiato. Hanno approfittato per indagare la storia di una valle ricca di arte, cultura e spiritualità, E’ certo che ritorneranno. Noi li abbiamo intrattenuti e invitati ad essere di nuovo con noi. E’ doveroso ringraziare tutte le persone che si sono prodigate per rendere indimenticabili le premiazioni. E un grazie particolarissimo va a tutte le persone che volontariamente si sono messe a disposizione e hanno regalato il loro contributo e impegno per la riuscita degli incontri.

Natale si avvicina ed è tempo di stringerci accanto all’albero di Natale e al Presepe, per farci gli auguri più festosi, per regalarci il momento della condivisione, il momento per fare il punto, ma soprattutto è l’occasione per stare stretti e donare un grazie di cuore a chi è stato vicino a Scrivi la tua storia e al Premio letterario Donne tra … Leggi tutto...

Intervista rilasciata da Andrea Jengo a Lorena Fiorini nel 2006 e pubblicata su Raisenior

Versatile, ricco di fantasia e interessi, trae dal territorio nel quale vive lo spunto per attività che lo legano sempre di più alla nostra Azienda e al suo mondo fatto di curiosità e di un’inesauribile voglia di fare e di conoscere.

Andrea, ci racconti qualcosa di te?

Sono romano, ho 52 anni, una laurea in Sociologia, coniugato con una figlia, Alessandra. Vivo da oltre 25 anni ad Assisi, città nella quale mi sono trasferito al termine degli studi universitari a Roma.

Da dove nasce il rapporto così stretto con l’Umbria?

Il trasferimento in Umbria coincide con l’incarico di educatore penitenziario presso il carcere di Spoleto, incarico ottenuto da concorso pubblico della carriera direttiva nella Amministrazione Penitenziaria del Ministero della Giustizia. Il tutto nasceva dal servizio militare svolto nel carcere di Regina Cieli dove si rafforzò il mio interesse per il mondo penitenziario e le profonde innovazioni introdotte dalla legge di riforma al termine degli anni ’70. Interesse non solo perseguito professionalmente con l’obiettivo di dirigere un carcere, ma anche attraverso articoli, interventi e monografie sull’argomento.

Come è avvenuto il tuo incontro con la Rai?

Nel 1990 lascio l’Amministrazione Penitenziaria per l’assunzione in Rai alla Segreteria del Consiglio di Amministrazione. Nel 1994 sono l’assistente di Carlo Troilo, Direttore delle Relazioni Esterne e nel 1995 vengo nominato responsabile del Marketing della Direzione Acquisti, Produzioni e Coproduzioni allora diretta da Giampaolo Sodano. Nel 1996 vengo trasferito a Rai International con Roberto Morrione dove mi occupo della promozione, diffusione e commercializzazione del segnale satellite nei mercati internazionali. Nel 1999 ricevo l’incarico di Direttore della Sede Regionale per l’Umbria al quale si è unito, a marzo di quest’anno, quello della Direzione ad interim della Sede Regionale per le Marche.

Ci parli della Sede regionale?

Perugia è una delle cinque sedi cui sono state trasferite tutte Leggi tutto...

Pratovecchio 28 settembre 2019

 

La Presidente del Premio Letterario Lorena Fiorini e il Sindaco di Pratovecchio Stia Nicolò Caleri

Invitano la S.V. alle premiazioni della IV Edizione del Premio Letterario

 

DONNE TRA RICORDI E FUTURO 2018-2019

Indetto dal Comune di Pratovecchio Stia e dall’Associazione Culturale Scrivi la tua Storia

Con la collaborazione della FIDAPA BPW Italy

 

Sabato 28 settembre 2019 ore 15,30

Teatro degli Antei – Pratovecchio (AR)

Assegnazione Premi agli Autori vincitori delle varie Sezioni

Saluto di Benvenuto: Nicolò Caleri, Sindaco di Pratovecchio Stia

Caterina Mazzella, Presidente BPW Italy

Intervengono

Eugenio Giani, Presidente del Consiglio Regionale della Toscana

Eleonora Ducci Sindaco del Comune di Talla

Carlo Toni, Sindaco di Poppi

Filippo Vagnoli, Sindaco di Bibbiena

Giampaolo Sodano, già direttore Raidue, Senatore, Produttore di olio, Direttore Quotidiano Moondo

Alessandra Monaco, Editore La Strada di Babilonia – Milano

Antonio Natale Rossi, Presidente FUIS, Federazione Unitaria Italiana Scrittori

Salutano e consegnano i premi:

Alessandro Bottacci, Direttore Parco Nazionale Foreste Casentinesi, Giurato del Premio

Marinella Ralli, Avvocato, Presidente del Comitato Imprenditoria Femminile Camera di Commercio Arezzo

Eraldo Stefani, Avvocato

Graziella Bruni, Presidente FIDAPA BPW Italy, Sezione Casentino

Fabio Clauser, Docente dei Forestali italiani

Andrea Gori, Direttore Museo Arte della Lana, Giurato del Premio

Patrizia Pellegrini, Naturopata, Giurato del Premio

Carla Lomi, Pedagogista, docente, Giurato del Premio

Giampaolo Trombetti, Autore, Presentatore, Giurato del Premio

Mirella Saulini, Scrittrice, Saggista

Luca Grisolini, Consigliere Comunale con delega alla Cultura Comune di Pratovecchio Stia

Lorena Fiorini, Presidente Premio letterario “Donne tra ricordi e futuro”

Conduce Marco Dané, Conduttore, poeta, scrittore, Giurato del Premio

Collabora Valentina Bisti,Giornalista TG1, Testimonial del Premio letterario

Letture di Annalisa Pietrini, Attrice Filodrammatica Bibbienese e Massimo Martini, autore, attore

Domenica 29 settembre 2019 ore 10,30

 

Museo dell’Arte della Lana – Stia (AR)

Assegnazione

Leggi tutto...

28 Settembre 2019

Il premio letterario “Donne tra ricordi e futuro” torna, sabato 28 settembre, in Casentino, a Pratovecchio Stia (AR). Questi gli appuntamenti:

SABATO 28 SETTEMBRE h. 15,30, allo storico TEATRO DEGLI ANTEI, per consegnare i premi ai finalisti delle Sezioni narrativa romanzo e romanzo breve, poesia, cucina in famiglia, ambiente, novelle.

DOMENICA 29 SETTEMBRE apre le porte il MUSEO DELL’ARTE DELLA LANA, restaurato grazie alla Fondazione Luigi e Simonetta Lombard, per assegnare agli autori le menzioni speciali.

L’Associazione culturale “Scrivi la tua storia”, promotrice del premio, richiama la figura di Bruno Fiorini, un italiano cresciuto nel Casentino, che la figlia Lorena ha ricordato nel libro “Betty, sono Bruno”, nel quale raccoglie le memorie del padre, prigioniero di guerra in Scozia, durante la Seconda guerra mondiale.

Al Premio letterario, destinato a opere inedite in lingua italiana, partecipano donne e uomini che vogliano raccontare le proprie e altrui esperienze “sul filo della memoria”.

La partecipazione al Premio è gratuita e offre l’occasione di conoscere l’alta valle dell’Arno, con le sue pievi, i suoi castelli, gli eremi, i monasteri, unitamente ad altri luoghi ricchi di fascino, come Firenze, Perugia, Montefiascone, Perugia, Paestum, Castel Viscardo, Poppi, comuni, questi, che hanno aderito alle iniziative della IV edizione del premio, che chiuderà con una grande manifestazione a Roma.

Alcuni dati. I testi pervenuti sono risultati 233, più due raccolte di poesie (per un numero di 320) che fanno salire il totale dei testi presi in considerazione dal comitato di lettura e dai giurati a 553.

La novità di quest’anno è data dalla presenza di tre case editrici, “La strada per Babilonia”, di Milano, “ChipiùArt” di Roma e “Terra d’ulivi” di Lecce, con gli editori Alessandra Monaco, Adele Costanzo ed Elio Scarciglia, che cureranno la pubblicazione dei testi scelti tra i vincitori.

Il Premio si avvale dei riconoscimenti … Leggi tutto...

Un premio al Premio “Donne tra ricordi e futuro”

Motivazione Premio Enrico Toti, Terza edizione 2018 Riconoscimento speciale “Editoria e giornalismo” alla Dott.ssa Lorena Fiorini

L’Associazione Enrico Toti nella persona del Presidente Claudia Toti Lombardozzi in occasione della Terza edizione  della Cerimonia di Consegna del “Premio Enrico Toti” ha deciso di conferire alla Sua persona il Riconoscimento Speciale “Editoria e Giornalismo” per l’intensa attività in qualità di Presidente dell’Associazione “Scrivi la tua storia” e del Premio letterario “Donne tra ricordi e futuro”, che perpetua e vivifica il valore della memoria e delle tradizioni attraverso la scrittura creativa, con spiccata sensibilità verso l’universo femminile. E’ lodevole, infatti, il Suo apporto nell’incoraggiare le donne a diventare protagoniste della propria vita attraverso il racconto delle proprie storie, per un risveglio delle coscienze verso quelle virtù di cui da sempre la donna si è fatta portavoce, come l’amore, l’amicizia, la solidarietà e, soprattutto, la famiglia: valori aggreganti che fortificano gli uomini e le donne sia come individui sia come società.… Leggi tutto...